Questo sito web utilizza i cookie
  Utilizziamo i cookie per offrti i nostri servizi. Continuando la navigazione acconseti l'utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
OK
Informativa estesa ai sensi del provv. n.229/2014 Garante Privacy e ss. mm. ii, in G.U. 3 giugno 2014.
Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.
I cookie sono dei file di testo che i vari blog, siti web, forum inviano al browser dell'utente per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. Questi consentono all'amministratore del sito di poter effettuare statistiche sulle visite le quali potranno essere utilizzate per migliore il servizio offerto fornendo contenuti correlati alle preferenze dell'utente.
I cookie si dvidono in varie categorie
Questo sito utilizza solo Cookie tecnici di navigazione pertando tale testo è da considerarsi puramente informativo
Blocca i cookie
È possibile disabilitare i cookie dalle impostazioni del browser
Preso Visione
Info & Regolamento Settebello

 

     

 

L’ATLETICA CURINGA 

 

Con il patrocinio

del Comune di Curinga

 

PRESENTA la

2^ Edizione del Settebello curinghese

Una settimana di vacanza sportiva

Da domenica 1 agosto a sabato 7 agosto

 

Le gare si svolgeranno secondo le normative anti covid rispettando i relativi protocolli in vigore nei giorni di svolgimento delle gare.

In particolare:

  1. I ristori durante le gare saranno in formato monodose e individuali

  2. Non sono previste spogliatoi e docce

  3. In partenza è obbligatorio l’uso della mascherina e per i primi 500m.  La stessa potrà essere gettata negli appositi cestini se l’atleta è in possesso di un’altra da indossare all’arrivo. In assenza di una seconda mascherina la stessa va tenuta al braccio per essere indossata all’arrivo

  4. Ci sarà un servizio di rilevamento della temperatura. Con valori superiori a quelli previsti dalla normativa non si potrà partecipare alla gara

  5. Per evitare qualunque assembramento la partenza avverrà tramite griglie, comunicate in precedenza, e distanziate di alcuni minuti

  6. Al ritiro del pettorale dovrà essere presentato l’apposito modulo di autodichiarazione previsto dalla normativa vigente il giorno della gara

 

PROGRAMME GARE:

domenica 1 agosto: 2° edizione 50km Calabria – Gara fidal inserita in calendario nazionale

lunedì 2 agosto: 2° edizione maratona delle Terme Romane

martedì 3 agosto: 1° edizione maratona del platano orientale

mercoledì 4 agosto: 2° edizione Acconiamarathon

giovedì 5 agosto: 2° edizione Imbutillomarathon

venerdì 6 agosto: 5° edizione Pinetamarathon

sabato 7 agosto: 13° ediz. Sei ore per le vie di Curinga – Gara fidal inserita in calendario nazionale

 

Le maratone da lunedì 2 agosto a venerdì 6 agosto si svolgeranno in sei affascinanti e spettacolari   percorsi con partenza sempre fissata alle ore 7,00

 

Tempo massimo per ogni maratona: 8 ore

 

QUOTE ISCRIZIONI

per ogni singola gara 30€

Per tutte le gare del Settebello: per i soci Iuta e Club super maratoneti 120€

    Non tesserati Iuta o Club super maratoneti 170€

La quota comprende:

  1. Pettorale per le sette gare

  2. Ricco pacco gara

  3. Medaglia per ogni gara

  4. Medagliere finale

  5. Diploma riassuntivo con i relativi tempi

  6. Per chi lo desidera, e solo per i vaccinati, alloggio gratuito in Canonica

  7. Pranzo per i sette giorni composto da un primo, un contorno e una bibita

  8. Eventuali visite guidate

 

PREMI SETTEBELLO

  1. In ogni gara saranno premiati il primo uomo e la seconda donna

  2. Alla fine del Settebello verrà redatta una classifica complessiva sommando i tempi delle singole gare. Per la Sei ore sarà considerato il passaggio all’11° giro.

  3. I primi due classificati riceveranno un particolare premio

  4. Per far parte della classifica bisognerà correre almeno 4 gare

 

Recapiti: 3924785310 (Giovambattista Malacari) 

3937334181 (Lisa Prinzi)

curingamarathon@gmail.com

CURINGA

Sulle colline che dominano la Piana, in mezzo a uliveti e vigneti, sorge Curinga, il capoluogo del Comune. 

Vi si arriva dopo aver percorso circa 20km da Lamezia Terme. 

Subito sarebbe da visitare il monastero di Sant'Elia Vecchio e il millenario platano orientale, situati in posizione panoramica sulla strada che porta verso le frazioni di montagna del Comune. 

Del complesso, edificato da monaci Basiliani, poi ampliato dai Carmelitani, restano un imponente vano absidale (X sec.), la piccola Cappella di S.Elia (XI sec.) e tracce consistenti dei diversi ambienti del piano terreno del monastero (XVII sec.). 

Il centro storico di Curinga è caratterizzato da un intrico di case contadine, abitazioni artigianali e modeste residenze borghesi sono intorno alle chiese e ai pochi palazzi signorili. Vale la pena percorrerlo a piedi, partendo dalla parte più alta, il rione Calvario, si potranno ammirare la particolare struttura di alcune costruzioni e la sapiente lavorazione di tanti balconi in ferro, ma soprattutto gli straordinari scorci panoramici che si aprono ora sulle verdi colline circostanti ora sulla Piana e sul Tirreno. 

Un'agevole passeggiata porterà a Palazzo Bevilacqua, in avanzata fase di ristrutturazione, e da qui, superati il maestoso Palatium Principis e la Pietrapiana, alla Chiesa dell'Immacolata. Edificata sui ruderi dell'antica chiesa di S. Nicola dopo il terremoto del 1783, la chiesa è decorata al suo interno da stucchi realizzati nella seconda metà dell'Ottocento e conserva una preziosa statua della Vergine in legno policromo (XVII-XVIII secc.) e un quadro della metà del Settecento, raffigurante S. Francesco di Paola. Del 1994 sono le porte bronzee realizzate dallo scultore Alessandro Romano. 

A circa 500 m, c'è la Chiesa Matrice. Dedicato a Sant'Andrea Apostolo, l'edificio è stato ricostruito dopo il terremoto del 1783 e ha subito pesanti rimaneggiamenti nella prima metà del 900. All'interno si trovano sculture lignee e dipinti dei secoli XVII e XVIII. 

Non si può lasciare il paese senza una sosta al complesso monastico di Sant'Elia, collocato su uno sperone che si affaccia sulla strada per Acconia, l'antica via maris.

La Struttura comprende 3 diversi settori:

- il cimitero sotterraneo, sostanzialmente integro;

- il convento, di cui resta soltanto un'ala;

- il santuario della Madonna del Carmine.

Edificata nella seconda metà del Seicento, la chiesa subì gravi danni col terremoto del 1783 e venne ripristinata tra la fine del Settecento e gli inizi dell'Ottocento. Al suo interno si conservano un quadro di s. Simone Stock (XVII-XVIII secc.) e un organo pure del Sei-Settecento. Molto pregevole è la porta in bronzo (1981) dello scultore Giuseppe Farina.

 

 

 

 

 

Curinga   28 maggio ’21

F.to

Il Presidente

Giambattista Malacari

 

100 Km Dei Due Mari